Crea sito

About

Posts by :

Alberghi insoliti: “Alux” restaurant l’albergo che…

alux restaurantSiamo ben lontani dalle vacanze e dalle ferie ma la mente sarebbe già predisposta ad un viaggio, magari da sogno e  potendo scegliere, alla scoperta di qualche luogo magico e insolito.

Appena il sole fa capolino e l’aria diventa più mite il pensiero corre là a quel periodo in cui potremo riposare fisico e mente per ricaricare le batterie.

Anche se quest’anno più che mai sarà dura per tutti, possiamo sempre sognare e perchè no, annotare questo posto come futura meta.

L’Alux restaurant si trova a Playa del Carmen in Messico sul mare caraibico e il  nome della struttura deriva da Alux, una creatura mitologica del periodo Maya, simile ad un elfo.

Ma la particolarità di questo hotel, unico al mondo è data dal fatto che esso è intagliato interamente in una caverna naturale che suggerisce un fascino particolare al luogo e alla sue stanze.

Stalattiti e stalagmiti  rendono ogni stanza, uno spettacolo naturale e immergono i visitatori in un clima incantato e surreale.

La permanenza in questi luoghi rende il viaggio indimenticabile e  lascia la sensazione che esistono posti magici, più reali delle nostre più fervide fantasie.

Che ne pensate?

Lo porreste come meta per le vostre vacanze?

 

 

Proposte di matrimonio curiose: regalare un bouquet di…

proposta di matrimonioIn un epoca come la nostra possiamo davvero sentirci liberi di scegliere chi sposare, quando e come, è questa è una fortuna non scontata.

Anche se molti pensano che i matrimoni combinati alla fine siano i migliori ( bah io non voglio crederci!)

Per questa premessa le famiglie non sono più così pressanti nella scelta dello sposo o della spesa ne mostrano un’attaccamento al di lui/ lei reddito e situazione sociale così attenta o almeno non in modo così evidente.

Eppure diciamolo tutti vorrebbero per i propri figli un marito/ moglie che abbia una situazione economica stabile e solida, più che mai in questo periodo.

Per questo motivo un giovane programmatore cinese, avrebbe fatto alla su futura sposa una proposta di matrimonio davvero curiosa ed originale.

Di fatti Chen,( questo è il nome del ragazzo ) si sarebbe presentato per “chiedere la mano” della fidanzata bardato con un bouquet di rose.

Direte voi… quasi ovvio e banale.

In realtà no, perchè la confezione di 999 rose era composta da banconote per un valore di circa 30.000 dollari.

In questo modo il giovane avrebbe rassicurato i futuri suoceri e messo avanti una caparra per la futura casa.

Beh non male come pensata!

E non male come proposta di matrimonio!

Voi che ne dite?

Che ne pensate?

Innovazioni curiose: “Airbike” la bici che …

air bike la biciOrmai la stampante fa parte della nostra quotidianità, come il pc, il tablet e l’i-phone.

Che si stampino ricette, consigli e articoli interessanti è davvero utile.

Avete mai provato a stampare schemi per realizzare automobili di carta da assemblare o progetti unici e divertenti per voi stessi o per i vostri figli?

Sinceramente io si e non sono stata neanche tanto brava a metterli assieme, se proprio la vogliamo dire tutta.

Ma ciò di cui vi parlerò a breve è un‘innovazione curiosa e assolutamente originale, oltre che ecologica e rivoluzionaria.

Avete mai pensato si possa stampare qualcosa che diventi materiale e assuma una certa fisicità?

Avete risposto no, vero? A meno che non ci si trovi immersi in qualche film futuristico.

Se vi dicessi che potremo presto stampare una bici vera e propria?

Non mi credereste… eppure è così!

Un gruppo di  scienziati dell’European Aeronautic Defence and Space Group di Filton  ha dato vita a una bicicletta ” Airbike” completamente realizzata da un computer.

Tutto ciò è possibile attraverso un’apparecchiatura particolare che  stampa 3D.

La bicicletta è formato da strati di nylon fuso che grazie ad un processo di sintetizzatore laser vengono posti uno sull’altro.

Le gomme e le parti meccaniche vengono aggiunte in una seconda fase.

La struttura di nylon così “stampata” è ecologica perchè riduce le emissioni di CO2, gli sprechi di materiale e il suo peso è nettamente inferiore ad una bici classica.

Che ne pensate?

Siete pronti a stamparvi la bicicletta?

Io la trovo un’innovazione curiosa e geniale.

 

 

Innovazioni curiose: “Aurora” il dispositivo che …

aurora il dispositivo

In questo periodo così concitato sotto tutti i punti di vista fare “bei sogni” sembra un miraggio.

Tutte le preoccupazioni e i problemi si riversano anche sulla qualità del nostro riposo rendendolo sempre meno piacevole e molto snervante.

Cosa ne pensereste se esistesse un modo per controllare i sogni?

Fantascienza? No, futura realtà!

Ebbene tra le nuove tecnologie made in U.S.A. ci sarebbe anche questa e si chiamerebbe “Aurora“.

Aurora sarebbe un dispositivo o meglio una fascia da indossare sulla fronte rivestita di particolari sensori  e fornita di un app che si collegherebbe allo smartphone.

Quest’aggeggio innovativo e tecnologico non ci da la possibilità di impostare  un sogno prestabilito ma di capire e darci consapevolezza di quando stiamo sognando per poter gestire meglio il nostro riposo.

Di fatti collegandosi all’attività cerebrale sarebbe in grado di identificare la fase r.e.m. dei nostri sogni per poter prendere parte attiva del sogno.

In questo modo potremmo gestire in maniera autonoma la qualità e il benessere prodotto dal riposare che sarebbe in realtà davvero tale.

Che ne pensate ?

Sareste propensi ad acquistare quest’innovativa tecnologia?

Io ci farei un pensierino.

 

Curiose innovazioni: la plastica che …

plastica che si riparaSappiamo benissimo quanto siamo attenti al progresso e alla tecnologie e quanto le nuove scoperte ci semplifichino la vita o la complichino a volte.

Quante volte scorgendo un graffio sul vostro i-phone o sull’ i-pad avrete versato lacrime amare e quante volte avreste preferito ferirvi voi stessi piuttosto che vedere rovinati questi nostri tecnologici alleati?

Beh dall’America è stato trovata una soluzione.

Scienziati stanno lavorano  per creare una plastica particolare.

Diversa ed unica perchè  simile e progettata sulla base della rigenerazione.

Sì, una plastica con molecole simili a quelle della nostra pelle che sarebbe in grado di sanguinare e di auto ripararsi semplicemente con l’esposizione al sole.

Una scoperta davvero sensazionale che potrebbe essere riversa in pò in tutti i campi, dall’ospedaliero al settore automobilistico, all’arredamento e alle protesi insomma vastissima sarebbe la sua applicazione.

Il nuovo materiale sarebbe formato da piccoli legami molecolari detti “ponti” che legano le catene di polimeri che la compongono. Quando la plastica si lesiona, i ponti si rompono e cambiano non solo forma, ma anche colore, indicando con una macchia rossa la zona danneggiata.

A quel punto basta esporre l’oggetto alla luce, naturale o artificiale, perché il pH e la temperatura si modifichino, innestando il processo di autoriparazione del ponte.

Un processo che non si limita nel tempo ma che può verificarsi all’infinito.

Che ve ne pare ?

Io ne sarei entusiasta.

 

Curiosità alimentari: il gelato che …

gelato fluorescenteNon siamo propriamente nella stagione dei gelati.

Anzi ammantati dal freddo, dal gelo e da ogni sorta di repulsione a pietanze fredde siamo avvezzi a detestare già solo il pensiero di un prodotto refrigerato .

Il cattivo tempo e la pioggia continuativa ed insistente di questi giorni difficilmente ci farebbe gustare una leccornia fredda ma tutti  saremo portati e trasportati verso una sana e rinvigorente cioccolata calda o una bella tazza di tisana bollente.

Eppure non so come mai e a cosa possa essere dovuta quest’innovazione che ha dato vita a questo gelato unico al mondo.

 Il gelato nel corso degli anni e dei decenni ha percorso gusti e formati tra i più stravaganti e via via la nostra educazione culinaria si è ammorbidita,

facendoci abituare a gusti tipo ” pasta e fagioli” o ” cipolla e piccante”  ma di un gelato fluorescente ne avevate mai sentito parlare?

Un produttore inglese detentore di un marchio, ha creato un gelato che riluce al buio grazie  ad alcune proteine ricavate dalle meduse.

A dar il via al processo fluorescente sarebbe lo scontro tra il ph della lingua e quello del gelato( questa proteina sarebbe innocua per l’uomo).

Un gelato unico al mondo e costosissimo.

Una sola pallina di gelato fluorescente costerebbe infatti 160 euro.

Che ne dite sareste disposti a provarlo o ne fareste, come me, tranquillamente a meno?

 

 

 

Innovazioni curiose: arriva Blizzident un nuovo modo di …

blizzidentNell’epoca in cui viviamo l’igiene è  tenuta in grande considerazione, forse molto più che in altri periodi storici …

e per fortuna diremo.

Di sicuro per alcuni saremo anche eccessivi ma tenere una buona routine soprattutto nell’ambito dell’igiene orale non solo è cosa buona e giusta ma anche un ottimo modo per tenere lontani i conti salatissimi dei dentisti.

Grazie alle ultime tecnologie sta per arrivare sul mercato uno spazzolino davvero all’avanguardia.

Un aggeggio particolarmente strano e anche estremamente costoso  che ci permetterà di lavare i denti in maniera impeccabile in poco più di 6 secondi.

Infatti questo particolare spazzolino: Blizzident  è creato su misura sulla base della nostra struttura dentaria e permette in questo modo di arrivare in ogni antro della bocca e di igienizzare l’intero incavo dentario in pochi secondi.

Dieci secondi necessari per la pulizia con Blizzident corrisponderebbero a circa 10 minuti di spazzolino normale  e circa 7/8 minuti di spazzolino elettrico.

 

Questa innovazione curiosa permette una personalizzazione pressoché totale che si basa sulla scansione digitale delle arcate dentarie e dura circa un anno.

Trascorso il quale le setole devono essere cambiate.

Grandioso no?

Volete sapere quanto vi costerebbe questo gingillo ?

Circa 300 dollari per un Blizzident personalizzato e 89 dollari per ogni cambio di setole.

Che ne pensate? Saresti propensi ad acquistarlo ?

 

 

 

E’ vero che il naso continua a crescere per tutta la vita?

nasoIl corpo umano è una meravigliosa macchina, di cui non si finiscono mai di scoprire funzionalità e potenzialità.

Nonostante scoperte e macchinari sempre più innovativi e tecnologici tante sono le cose che ignoriamo riguardo questo argomento.

Eppure a volte vengono fornite informazioni non sempre precise o meglio non sempre attendibili riferite a comportamenti ed organi.

Alzi la mano chi non ha sentito dire che siamo eterni Pinocchi e che il naso cresce in maniera esponenziale per tutto il resto della vita.

In realtà questo non è vero.

Il naso di ogni individuo è formato da un’impalcatura di ossa e cartilagini che si sviluppa durante la crescita.

Quando siamo piccoli il nostro naso è più piccolo e le narici tendono ad essere  orizzontali. Col trascorrere degli anni avvengono dei cambiamenti dovuti alle nostre impostazioni genetiche e al corredo familiare.

In realtà il naso cresce fino all’età di 18/ 20 anni.

Successivamente e con l’avanzare dell’età ( specie in quella senile) il naso sembra allungato e cresciuto ma tutto questo dipende dall’abbassamento della punta del naso e dal fatto che con gli anni si abbia una riduzione del grasso dalle guance.

Per cui non è vero che il naso continua ad allungarsi durante il trascorrere della vita.

Lo sapevate o siete caduti anche voi vittime di questa diceria?

 

 

Curiosità sull’abbigliamento: un maglione che aiuta a …

maglioneViviamo in un tempo nel quale la moda ha un valore aggiunto.

Se è di tendenza se si seguono certi canoni di bellezza, abbinamento e  stile  non  sempre propriamente oggettivi ( secondo il mio modestissimo parere).

e le stranezze ad esse collegate sono all’ordine del giorno.

Ormai esistono guru della moda in ogni dove e se alcuni sono davvero trascinatori di glamour, di altri potremmo farne assolutamente a meno.

Stars e divi si fanno portavoce di outfit tra i più diversi con un occhio particolare alla moda del momento.

Tutto questo per farvi partecipi di un’innovazione: una maglione che rileva gli stati d’animo.

Dotato di particolari sensori permette alla fascia sita nel collo del capo di percepire il nostro umore.

In particolare verde per la tranquillità, blu per il relax, viola per l’eccitazione, rosso per il nervosismo, e giallo per un particolare stato di estati.

Beh un maglione sicuramente alternativo, non credete?

Eppure abbastanza inutile almeno per me visto che il mio umore si percepisce benissimo senza questo capo tecnologico!

Che ne pensate ?

Lo comprereste mai e soprattutto lo indossereste?

 

 

Curiosità pericolosa sul lunedì …

Il infartolunedì come ben sappiamo tutti è sempre ostico e faticoso.

Si riprendono i ritmi frenetici della  settimana e lo stress si sostituisce alla pace e  al relax del fine settimana.

La sveglia risuona, il traffico, la fretta poi si ci mette il capo che  ci riempie di incarichi e la luce del week end diventa lontana e sembra irraggiungibile.

A tutto questo si aggiunge un’altra informazione che rende questo giorno della settimana fatidico… una curiosità che fa riflettere.

Vi state chiedendo quale?

Ebbene l’infarto.

E’ stato dimostrato che l’infarto e le malattie cardiovascolari siano più frequenti di prima mattina e in special modo di lunedì.

Secondo studi recenti, infatti  non sarebbero le ore serali le più critiche ma le prime ore del mattino (all’incirca dalle sei alle 12)durante le quali, il nostro corpo sarebbe sottoposto ad un rischio più grave e più alto.

Il lunedì è infatti il giorno peggiore, in special modo in inverno: la probabilità di un infarto all’inizio della settimana è di circa il 13 per cento più alta rispetto agli altri giorni della settimana, e di nuovo gli infarti del lunedì sono spesso più gravi.

Ovviamente tutto questo deve essere messo in relazioni con fattori di rischio come il fumo, ipertensione, colesterolo alto e sovrappeso.

Un buon motivo per guardare al lunedì con nuovi occhi e più calma non credete?