Crea sito

natale

L’anguilla elettrica che ti illumina l’albero di Natale

anguilla-elettrica

L’anguilla elettrica che ti illumina l’albero di Natale, uno modo ecologico di risparmiare.

Il Natale è alle porte coi suoi colori e profumi. La vetrina di ogni negozio è allestita a feste.

Gli scaffali grondano di palline, luci, alberi, presepi e chi più ne ha, più ne metta.

Ghirlande e scatoloni sono già in viaggio dalla soffitta, e stanno per essere spolverati e svuotati.

E siamo già con la testa ai regali e a quel clima di dolcezza che ci avvolge nel periodo natalizio.

State già pensando a  come decorerete casa quest’anno?

Avete scelto lo stile, il colore e ogni minimo abbinamento, vero?

Pensato a come distribuire gli addobbi e come sistemare ogni angolo.

E le luci, miriadi di luci colorate che sono l’anima di questa festività.

E’ vero che siamo lontani dallo sfarzo americano, ma mica poi così tanto…

Dite la verità: vorreste fare di più.

Addobbare anche l’esterno in maniera sfarzosa, o contornare di luci ogni perimetro della casa.

Ma quanta energia e quanti soldi ci vorranno?

Perché le luminarie son belle, le spese meno.

E allora che pesci prendere?

Come risolvere questo spinoso problema?

Ebbene esistono soluzioni alternative, come quella di cui sto per parlarvi.

Un’idea estrema, ma efficace è stata utilizzata da un giapponese.

L’anguilla elettrica per illuminare l’albero di Natale.

In un aquario due piastre di alluminio catturano l’elettricità generata da questa particolare anguilla.

Ovviamente la corrente generata non è costante,perché legata al movimento del pesce.

Eppure questo rende l’effetto delle luci ancora più bello.

L’albero di Natale riluce di un effetto unico e combinato, tutto particolare.

Che dire l’idea è davvero geniale ed ecologica.

Risparmio e effetto, posizionando un  bell’acquario con un’anguilla elettrica.

Voi che ne dite?

Sareste propensi o contrari?

Conoscete altre soluzioni alternative per risparmiare energia?

fonte( notizie del mondo. info)

 

 

 

HB ring, la fede hi-tech del futuro?

HB ring, le fedi hi-tech del futurola-fede-del-futuro

Possiamo dire tutto, ma gli uomini (o umani come direbbe mio figlio) sono romantici.

E gli italiani, forse ancor di più.

E’ vero che per San Valentino siamo ancora lontani ma se state già programmando i regali per Natale, siete decisamente in tempo.

Sì, vi vedo fare liste mentali e conti… 😉

Quello di cui vi parlerò oggi, non è un semplice anello, un anello carico di diamanti e scintillante. Il classico dono, ma qualcosa di più.

Perchè HB ring è un  anello hi-tech, la fede del futuro?

Staremo a vedere…

Sta di fatto che questo particolare ring è composto di sensori, batteria, led e connettori di ricarica.

Una fede del futuro decisamente insolita, soprattutto se si pensa che per contenere tutto questo po-po di roba, sia abbastanza spessa.

Eppure la sua caratteristica principale farà saltare di gioia il suo/a futuro/a proprietario/a.

Perchè HB ring permette di ascoltare il battito del proprio innamorato.

Sì avete letto bene. Non importa dove sarete e quando e quanto sarete distanti, perché grazie a questa fede del futuro, avrete sempre con voi, i battiti del vostro/a amato/a.

Per farlo funzionare, basterà collegarlo via bluetooth allo smartphone grazie ad un’applicazione da scaricare.

Semplicemente, toccandolo Hb ring, comincerà a trasmettere piccole pulsazioni e si illuminerà regolandosi sul battito del vostro amore.

Questa romantica fede hi-tech del futuro è stata programmata per durare 160 ore in modalità stand- by ,e 14 ore di fila.

Ma veniamo ai costi.

I produttori hanno pensato di ricreare due versioni: quella di fascia alta, in oro rosa e zaffiri, dal prezzo di 2990 dollari e garantita  dieci anni. Una versione più economica in acciaio inossidabile del prezzo di 599 dollari e garantita due anni.

Se storicamente l’anello e la fede ha rappresentato la connessione con la persona amata, questo HB ring ne è il degno futuro erede ;).

Che ne pensate?

Sarebbe un bel modo di stupire la vostra metà… oppure no?

fonte ( amando.it)