Crea sito

facebook

Una soluzione per la dipendenza da cellulare?

distractagone-custodia per cellulareAl giorno d’oggi nuotiamo in un mare di tecnologia che assorbe sempre più le nostre vite.  Non facciamo un passo senza l’aiuto di pc, tablet, e cellulari.

Come fossero i nostri alter- ego, i nostri “avatar virtuali” . Rendiamo, così, la nostra quotidianità un piccolo “grande fratello” coscientemente o meno.

Viviamo di una vera e propria dipendenza  dal mondo virtuale. Nonostante le nostre convinzioni di poterne fare a meno, siamo h24 in connessione col mondo. Dividendo e condividendo ricette, stati d’animo e problematiche tra le più svariate.

Questo nuovo “modus operandi”, non è, però, privo di conseguenze.  Basti pensare ai diversi licenziamenti dovuti a facebook & co, e agli incidenti dovuti all’uso improprio dello smartphone durante la  guida.

Forse, proprio per questo, sono stati ideati diversi dispositivi  atti a “disintossicarsi” dalla dipendenza del migliore amico dell’uomo moderno: il cellulare.

Tra i diversi sistemi oggi vi parlerò di una custodia.

DistractaGone, questo il suo nome specifico, può contenere fino a 4 dispositivi mobili e funziona con un timer. Impostato il quale, sarà impossibile accedere ai telefoni al suo interno.

Una pratica e comoda soluzione per importanti riunioni aziendali, ma non solo.  Questa piccola cassaforte, in verità potrà essere usata in ogni tipo di situazione, nella quale si richiede concentrazione e zero distrazioni.

La società olandese che ha immaginato il prodotto è pronta per posizionarlo sul mercato. Il team di designer è pronto a scommettere sulla sua tecnologia.

Sarà utilizzato o meno lo vedremo nel prossimo futuro. Potrà fermare, o arginare la dipendenza da cellulare?

Abbiamo davvero bisogno di strumenti simili, o sono inutili panacee?

Eppure io  mi domando: questa custodia è davvero necessaria o sarebbe sufficiente semplicemente un minimo di  buonsenso?

Ragazzo positivo al test di gravidanza scopre che …

test gravidanza 1Spesso i ragazzi si sa, compiono azioni e gesti goliardici per mettersi in mostra o/e per attirare attenzioni.

Una ricerca costante di fama, alimentata, al giorno d’oggi, dai tanti social su cui condividere la vita h 24.

Eppure per quanto se ne dica male, accade che alcune cose, fatte per gioco o per stupidità poi rilevino verità o scoperte ben più gravi.

E la storia che sto per raccontarvi ha dell’inverosimile.

Un ragazzo newyorchese per gioco ha effettuato un test di gravidanza, che una sua ex fidanzata aveva lasciato in bagno. e ha scoperto che il test fosse positivo.

Un esito esilarante e strano per il giovane che preso dall’ilarità ha postato l’immagine dello stick con le due lineette ben in  evidenza su facebook.

Di qu,i giochi e commenti ma un utente lo ha allarmato, dicendo che dietro quel falso positivo potesse esserci un qualcosa di grave come il cancro ai testicoli.

In effetti il giovane ha poi fatto esami specifici e ha scoperto di avere realmente un cancro ai testicoli in uno stato davvero iniziale.

Alcune ricerche avrebbero determinato che i test di gravidanza rivelino una sostanza il beta hcg ovvero un ormone che determina la presenza di una gravidanza in donne e tumori ai testicoli negli uomini.

Effettuare quel test gli ha probabilmente salvato la vita.

Che ne pensate?

Non è un caso decisamente curioso e straordinario?

fonte (http://www.voglia-di.it/)