Crea sito

dieta

La pillola brucia-grassi che inganna l’organismo.

La pillola brucia-grassi che inganna l’organismo.la-pillola-brucia-grassi

Dimagrire è il sogno di ogni persona, che ha, nel proprio peso qualche chilo di troppo.

Ma si sa: per perdere peso bisogna sottoporsi a diete ferree, e a estenuanti sedute in palestra.

Specie, se si vuole, che gli effetti siano duraturi.

In commercio esistono diverse bibite, pillole e intrugli che aiutano o promettono che, usandole, torneremo in forma, senza sacrifici.

Sì, perché il sacrificio costa tempo e fatica e noi “uomini moderni” cerchiamo soluzioni rapide e indolori.

Lungi da biasimare o condannare chi non riesce a dimagrire, per cause serie e genetiche.

Il più delle volte, però, a tanta pubblicità, non consegue lo stesso risultato.

Forse perché si sbagliano i presupposti, come detto sopra.

Eppure sembra che sia finalmente stata trovata la soluzione.

La pillola brucia- grassi di nuova generazione che inganna l’organismo.

Cosa fa questo “miracolo in miniatura” fa credere al cervello che si stia mangiando, attivando il corpo a bruciare l’eccesso. Mettendo in moto il metabolismo.

Il suo nome scientifico è fexaramina e la sua peculiarità si basa sul fatto che non abbia alcun effetto sul sangue. Agendo direttamente nel tubo digerente.

Alla base di questa pillola brucia-grassi ci sarebbe una proteina ( FXR) che si attiva quando mangiamo, rilasciando acidi biliari e modificando i livelli di zuccheri.

Gli studi condotti hanno dimostrato, che  il farmaco in questione, utilizzato per cinque settimane,  blocca l’aumento di peso, abbassa i livelli di colesterolo e soprattutto non ha effetti collaterali.

Per questo la pillola brucia- grassi secondo diversi ricercatori potrà essere presto sottoposta a studi clinici.

Una vera “manna dal cielo” per tutte le persone affette da malattie metaboliche.

Potrà essere una valida soluzione?

Staremo a vedere.

Basta che non venga vista e utilizzata come scappatoia

Perché in tutte le cose, ci vuole anche un pizzico d’impegno.

( fonte scienzaesalute.blogosfere.it)

 

Il pomo” nero” che fa bene alla salute

pomodori neri 1In genere e di fronte a nuove possibilità non sempre siamo aperti o pronti a comprendere e ad  apprezzare ciò che è stato creato o scoperto.

Con le nuove tecniche e nuovi studi è facile incappare in novità o tendenze particolari e curiose.

Spesso accade che partiti per un progetto o uno studio la risoluzione poi prenda un altra piega e non sempre in positivo.

Ma non è questo il caso anzi potremmo dire il contrario.

Degli studiosi americani avrebbero condotto degli incroci tra piante di pomodori rossi e viola creati da loro stessi e sarebbero giunti a ricreare un pomo perfetto ricco di antiossidanti e che fa bene alla salute.

La qualità di pomodori chiamata ” Indigo Rose”  a cui i ricercatori dell’ Oregon State University avrebbero dato vita ha una particolarità.

All’esterno l’involucro è di un colore scuro che sembra nero ma in realtà è viola scuro( proprio come una melanzane)

A parte questo il suo interno è normale e tradizionale proprio come nei pomodori classici.

La ricerca nata così per studio ha dimostrato che questa varietà di pomi neri sia particolarmente ricca di nutrienti e di vitamine e possa essere utile per bilanciare diete e per le persone che soffrono di diabete a tal punto che un’azienda ha comperato i diritti e sta commercializzando la varietà.

A parte la prima repulsione più che altro visiva si è visto che questi pomodori siano molto graditi, anche per via del gusto, migliore e più accattivante del normale.

Insomma i pomodori neri starebbero spopolando!

Che ne pensate?

Comprereste o mangereste di questo frutto?

Beh io non avrei alcuna difficoltà!