Crea sito

curiosità

Curiosità e origine del collutorio. Lo sapevate che una marca aveva, alla nascita, altri scopi?

Curiosità e origine del collutorio e…

Il collutorio è un prodotto utilizzato per l’igiene orale.

È un antisettico e anti-placca che si sostiene aiuti a prevenire carie, gengiviti e alito cattivo. I collutori utilizzano il fluoro per la protezione contro la carie. È tuttavia generalmente accettato che l’uso di questo prodotto non elimini la necessità dell’utilizzo dello spazzolino e del filo interdentale.

Il primo riferimento noto all’uso di un collutorio è nell’ayurveda e nella medicina cinese, per il trattamento della gengivite. Più tardi nel periodo greco e romano un liquido per il risciacquo della bocca dopo la spazzolatura divenne comune tra le classi alte.  Ippocrate consigliava una miscela di sale, allume e aceto.

Il Talmud ebraico, risalente a circa 1.800 anni fa, suggerisce una cura per disturbi della bocca contenente “impasto di acqua” e olio d’oliva.

Anton van Leeuwenhoek, un famoso microscopista del XVII secolo, scoprì  presenti in depositi sui denti (la placca dentale). Sperimentò su dei campioni che con l’aggiunta di aceto o di brandy avveniva l’immobilizzazione o l’eliminazione degli organismi sospesi in acqua. Dopo la sperimentazione concluse che il collutorio non riusciva ad eliminarli.

Tale rimase la situazione fino alla fine del 1960, quando Harald Loe, dimostrò che un composto a base di clorexidina poteva impedire l’accumulo della placca dentale.

Da allora l’interesse commerciale dei collutori risultò intenso. Diverse case di prodotti sostengono l’efficacia del collutorio nel ridurre l’accumulo della placca batterica e nel ridurre la probabilità di gengivite, oltre che nel combattere l’alitosi.

Pochi conoscono l’origine e lo scopo principale che ha avuto uno dei collutori più famosi degli ultimi tempi: Listerine.

Il collutorio Listerine è stato inventato 133 anni fa. Il suo primo utilizzo fu quello di antisettico chirurgico a cui seguirono quella di cura per la gonorrea e/o  per i piedi sudati. Nei primi anni del ‘900 è stato invece commercializzato come additivo rinfrescante per sigarette. Come cura per il comune raffreddore e, per far mancare nulla  come trattamento anti-forfora. È stato solo nel 1920 che la formulazione ha finalmente trovato la sua strada più redditizia come una cura per l’alito cattivo.
Fonte ( wikipedia)

 

La ruota magica che trasforma la bici, in bici elettrica

Un’innovazione utile per chi ama la bici: la ruota magica che permette di trasformarla in elettrica.

L’origine della prima bicicletta effettivamente utilizzata è da attribuirsi a Karl Drais, il quale inventò la sua Laufmachine (macchina da corsa) nel 1817.

Dalla stampa fu chiamata draisina. Nel 1861 Ernest Michaux montò su una draisina i primi pedali, fissandoli al perno della ruota anteriore.

Il termine bicicletta nacque in Francia verso la fine degli anni 1860. Il biciclo fu molto in voga fino agli anni ottanta del XIX secolo.

Il sistema della trasmissione del moto generato dai pedali fu oggetto di grandi studi, prima della fine del secolo il problema della trasmissione del moto è risolto collegando i pedali ad una ruota dentata connessa ad una catena.

Questa soluzione tecnica consente di ridurre la dimensione della ruota anteriore.Nel 1884 John K. Starley realizzò a Coventry la prima Safety Bicycle (“bicicletta di sicurezza“).

Denominata “Rover”, destinata a ottenere un enorme successo commerciale. Antesignana delle moderne bici, aveva ruote di dimensioni uguali e trasmissione a catena.  Nei primi anni del novecento ci fu lo sviluppo delle prime competizioni sportive, come il Tour de France e, nel 1909, il primo Giro d’Italia.

Questa un po’ la storia della bicicletta tratta da wikipedia .

Da qualche anno a questa parte sono stati creati diversi modelli di bicicletta a pedalata assistita. Bici elettriche che consentono una camminata facilitata. Utilizzate in totale o parziale sostituzione dell’auto per spostamenti e commissioni. Ecologiche e pratiche per chi ama questo mezzo e l’ambiente.

Le bici elettriche hanno un prezzo che va dai mille euro in su.

Se vi dicessi che ora potremo trasformare la nostra bici, in bici elettrica che cosa ne pensereste?

Ebbene, realizzata da Ducati Energia la ruota magica (posteriore) racchiude tutta la tecnologia elettrica: batterie, motore elettrico e sistema di comunicazione.

Free Duck (questo è il suo nome) può essere controllata tramite smartphone, via bluetooth, oppure direttamente, con comandi presenti sulla ruota stessa.

Si ricarica in tre ore come un cellulare.

Fonte (motori.virgilio.it)

 

La fermata della metro in casa

la-fermata-della-metro-in-casaIn Cina, un palazzo di cinquecento persone ha la fermata della metro in casa.

 

Quando leggo notizie curiose riferite alla tecnologia mi si affacciano alla memoria spezzoni del film d’animazione “Wall-e”.

Un cartone estremamente educativo, che ci mette in guardia sui lati negativi del “benessere”.

C’è una sorta di legge di contrappasso nel nostro modo di porci e di comportarci.

Perché, se è vero, che siamo sempre più aiutati nella quotidianità a svolgere compiti grazie a macchine e attrezzature moderne, questo comporta una vita più sedentaria sotto molti punti di vista.

In “Wall-e” gli uomini abituati ad essere serviti e riveriti erano diventati dei veri e propri “mollaccioni”  e non riuscivano a stare in piedi.

Speriamo, ovviamente che questo non sia il nostro futuro ma la notizia di oggi cade a fagiolo.

Cosa c’è di più comodo che avere la fermata della metro in casa?

State pensando che non sia  una cosa fattibile?

Mi dispiace dirvi che è stata già realizzata.

In Cina a Chongqing, megalopoli nella parte centro-meridionale del Paese. Questa località è nota ai turisti, come punto di partenza delle crociere verso la diga delle Tre Gole. Qui esiste una linea metropolitana assolutamente unica.

La linea 2 della metropolitana attraversa un grosso condominio abitato da circa cinquecento persone.

Ogni due minuti la metro si ferma tra le mura di casa.

Per non demolire il quartiere gli ingegneri e gli urbanisti hanno dato vita a questa curiosa soluzione.

Hanno costruito le rotaie all’interno del palazzo, permettendo al treno di transitare tra una casa e l’altra.

I residenti hanno protestato? Assolutamente no.
Il valore  delle case è aumentato grazie a questa possibilità di avere la fermata della metro a casa.

Pare che le fermate arrechino un fastidio simile a quello di una lavatrice in movimento.

Cosa ne pensate, sareste propensi all’idea?

Fonte (io vivo a roma. org.)

 

Ragazzo positivo al test di gravidanza scopre che …

test gravidanza 1Spesso i ragazzi si sa, compiono azioni e gesti goliardici per mettersi in mostra o/e per attirare attenzioni.

Una ricerca costante di fama, alimentata, al giorno d’oggi, dai tanti social su cui condividere la vita h 24.

Eppure per quanto se ne dica male, accade che alcune cose, fatte per gioco o per stupidità poi rilevino verità o scoperte ben più gravi.

E la storia che sto per raccontarvi ha dell’inverosimile.

Un ragazzo newyorchese per gioco ha effettuato un test di gravidanza, che una sua ex fidanzata aveva lasciato in bagno. e ha scoperto che il test fosse positivo.

Un esito esilarante e strano per il giovane che preso dall’ilarità ha postato l’immagine dello stick con le due lineette ben in  evidenza su facebook.

Di qu,i giochi e commenti ma un utente lo ha allarmato, dicendo che dietro quel falso positivo potesse esserci un qualcosa di grave come il cancro ai testicoli.

In effetti il giovane ha poi fatto esami specifici e ha scoperto di avere realmente un cancro ai testicoli in uno stato davvero iniziale.

Alcune ricerche avrebbero determinato che i test di gravidanza rivelino una sostanza il beta hcg ovvero un ormone che determina la presenza di una gravidanza in donne e tumori ai testicoli negli uomini.

Effettuare quel test gli ha probabilmente salvato la vita.

Che ne pensate?

Non è un caso decisamente curioso e straordinario?

fonte (http://www.voglia-di.it/)

Hamburger al gusto di carne umana per …pubblicità

hamburger dal sapore di carne umanaNon c’è che dire la pubblicità è l’anima del commercio.

Che se ne dica male o bene l’importante al giorno d’oggi, è attirare l’attenzione.

Per questo motivo i pubblicitari e gli ideatori si fiondano, affinché un prodotto abbia successo e sia visibile, a stupire e meravigliare.

Eppure  …fino a che punto?

Quali sono i limiti o dovrebbero essere i limiti della pubblicità e delle campagne pubblicitarie?

Questa è una domanda da un milione di dollari specie se affiancata alla notizia che sto per lasciarvi.

Vi siete mai chiesti se voi o qualcuno della vostra cerchia di amici e/o familiari, abbia tendenze cannibali?

Suppongo di no! Sareste felici di scoprirlo?

Eppure in un recente sondaggio è stato rivelato che il 35 % degli intervistati assaggerebbe un preparato al sapore di carne umana.

Sì avete letto bene … al sapore di carne umana.

E come dire questa rivelazione è stata propiziatoria per fine pubblicitari.

Di fatti per l’uscita di  “The walking dead 5”  una  serie survival horror dedicata interamente al mondo degli zombie in onda il 12 Ottobre negli Stati, lo chef James Thomlinson in collaborazione con la “Terminus Tavern” di Miss Cakehead, ha ricreato un hamburger al gusto di carne umana.

In un evento svoltosi a Londra il 30 settembre gli invitati hanno degustato hamburger al sapore di carne umana ricreata secondo le direttive dei più grandi” cannibali della storia”, mescolando insieme diverse tipologie di carne.

Insomma un evento che ha fatto e fa discutere.

Ora la domanda sorge spontanea … voi assaggereste questa tipologia di hamburger?

Io sinceramente …. manco morta ….!

fonte (http://corneliapfashionblog.wordpress.com/)

 

 

 

 

Cosa sareste disposte a fare per indossare calzature altissime?

calzatureQuale donna non vorrebbe essere sempre al top?

Femminile, sexy...

E cosa non si farebbe per essere più belle e seducenti?

Ore di sedute, di trucco e parrucco,  di massaggi, intrugli e creme sono solo alcuni, dei mille espedienti che il genere femminile ( ultimamente non solo) utilizza per apparire  eternamente giovane e appetibile.

E quale è, secondo voi, lo status symbol per antonomasia?

Cosa non può e non deve mancare nel guardaroba di ogni donna?

Esatto! … Le scarpe… avete risposto bene… non avevo dubbi.

E quale deve essere la prerogativa di una scarpa che si rispetti?

Ebbene tacco vertiginoso e femminilità.

C’è un detto che dice che la scarpa femminile più è scomoda e più è bella.

Sarà …. intanto … oggi proprio su questo, vorrei fermare la vostra attenzione.

Perchè?

E’ in costante aumento tra le donne la richiesta di interventi a piedi... per poter indossare “comodamente” calzature alte.

C’è chi chiede l’ispessimento delle dita con sostanze che induriscono, chi di accorciarle  e chi estremizza richiedendo  l‘esportazione del mignolo.

Insomma veri e propri interventi con amputazioni, per essere più belle.

Che ne dite?

Sareste disposte a lasciare nella mani del chirurgo una parte di voi per una presunta maggiore femminilità?

Non è esagerato e controproducente?

Cosa sareste disposte a fare per indossare calzature altissime?

Sarò strana ma la vedo una sofferenza inutile…. voi?

(fonte notizie.delmondo.info)

 

Come creare un ecosistema in miniatura: il giardino in bottiglia.

il giardino in bottiglia 2

 

 

 

 

Avere un pollice verde, diciamolo, non è da tutti, specie nel nostro periodo storico dove la coltivazione o la cura delle piante è rilegata alla pura passione.

Spesso e volentieri manca proprio la materia prima: giardino o terrazzo, e la possibilità di dare vita ad un angolo verde per la nostra casa.

Molte volte, invece, si tenta con alcune piante che ci sembrano facili da curare per  poi rendersi conto che sbagliato il trattamento o l’irrigazione  il nostro esperimento verde cade nella frustrazione e nella sterilità.

Se vi dicessi che esiste un modo semplicissimo per ricreare un ecosistema in miniatura, ci credereste?

Se vi raccontassi che esiste una particolare procedura che permette in uno spazio limitato di avere verde, senza prendersene cura e senza alcun trattamento, sareste propensi a provarci?

Ebbene, esistono varie esperimenti e diversi studi che evidenziano la coltivazione del cosiddetto” giardino in bottiglia“.

In cosa consiste e come fa a sopravvivere senza cure?

Semplice, basta usare poche e semplici accortezze per creare un sistema verde in miniatura che vive in autonomia per mesi anzi anni.

Per prima cosa ci si deve procurare una bottiglia rigorosamente di vetro, terriccio, ghiaia di buona qualità, humus tale da accogliere le radici e pochi e piccole piante, in proporzione alla bottiglia che le ospiterà.

L’unica cosa di cui avranno bisogno sarà l’energia del sole, null’altro.

Non dovremo mai innaffiarle, l’acqua compirà dei cicli regolari che renderanno l’ambiente autosufficiente.

David Latimer ha un giardino in bottiglia che vive autonomamente da oltre 50 anni.

Che dire straordinario!

Questa particolare tecnica di coltivazione è stata presa in esame dalla NASA che vorrebbe coltivare piante nello spazio per la loro capacità depurativa.

Che ne dite, ci armiamo di bottiglia e terra e proviamo?

fonte (greenMe.it)

 

Formaggio nero fatto con …

 

formaggio nero

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vi ho, in passato, lasciato articoli in cui, la creatività in cucina toccava punti critici, in cui si leggevano  abbinamenti strani di colori e sapori e si mettevano in campo esperimenti tra i più vari.

In cucina si sa, si può anzi si deve, portare innovazione e creatività ma tutto dovrebbe avere un limite.

Di fatti alcuni esperimenti culinari sono risultati un fallimento o un azzardo improponibile mentre per  altri, nonostante l’apparenza, il prodotto o la produzione funziona.

Anzi sembra ci sia proprio una grande attrazione e un  interesse particolare.

Questo è quello che è successo all’azienda  Manor Farm Shop di Leasingham che ha portato su campo il suo progetto di realizzare un formaggio dal colore scuro e precisamente nero.

Dopo svariati tentativi, il team è riuscito a raggiungere il suo obbiettivo creando il Char Coal Cheese.

Un formaggio caratterizzato dal colore scuro sia per l’interno che per la crosta che a detta di molti ristoratori è davvero pregevole.

Il colore che lo caratterizza è stato dato dal carbone e nonostante la sua apparenza non proprio appetibile, sembra sia molto ricercato e molto apprezzato.

Questo particolare formaggio creato con i carboni attivi sarebbe molto cremoso e gustoso.

Non solo un esperimento ben riuscito ma anche un buon modo per riattivare il lavoro della zona.

Sembra infatti che nel posto di produzione vi siano molte famiglie di minatori in difficoltà.

Bene che dire il progetto non è male e il formaggio pregevole… ci si potrebbe fare un pensierino.

Voi che dite?

Lo provereste?

fonte ( notizie. del mondo.info)

Innovazioni curiose: arriva Blizzident un nuovo modo di …

blizzidentNell’epoca in cui viviamo l’igiene è  tenuta in grande considerazione, forse molto più che in altri periodi storici …

e per fortuna diremo.

Di sicuro per alcuni saremo anche eccessivi ma tenere una buona routine soprattutto nell’ambito dell’igiene orale non solo è cosa buona e giusta ma anche un ottimo modo per tenere lontani i conti salatissimi dei dentisti.

Grazie alle ultime tecnologie sta per arrivare sul mercato uno spazzolino davvero all’avanguardia.

Un aggeggio particolarmente strano e anche estremamente costoso  che ci permetterà di lavare i denti in maniera impeccabile in poco più di 6 secondi.

Infatti questo particolare spazzolino: Blizzident  è creato su misura sulla base della nostra struttura dentaria e permette in questo modo di arrivare in ogni antro della bocca e di igienizzare l’intero incavo dentario in pochi secondi.

Dieci secondi necessari per la pulizia con Blizzident corrisponderebbero a circa 10 minuti di spazzolino normale  e circa 7/8 minuti di spazzolino elettrico.

 

Questa innovazione curiosa permette una personalizzazione pressoché totale che si basa sulla scansione digitale delle arcate dentarie e dura circa un anno.

Trascorso il quale le setole devono essere cambiate.

Grandioso no?

Volete sapere quanto vi costerebbe questo gingillo ?

Circa 300 dollari per un Blizzident personalizzato e 89 dollari per ogni cambio di setole.

Che ne pensate? Saresti propensi ad acquistarlo ?

 

 

 

Curiosità pericolosa sul lunedì …

Il infartolunedì come ben sappiamo tutti è sempre ostico e faticoso.

Si riprendono i ritmi frenetici della  settimana e lo stress si sostituisce alla pace e  al relax del fine settimana.

La sveglia risuona, il traffico, la fretta poi si ci mette il capo che  ci riempie di incarichi e la luce del week end diventa lontana e sembra irraggiungibile.

A tutto questo si aggiunge un’altra informazione che rende questo giorno della settimana fatidico… una curiosità che fa riflettere.

Vi state chiedendo quale?

Ebbene l’infarto.

E’ stato dimostrato che l’infarto e le malattie cardiovascolari siano più frequenti di prima mattina e in special modo di lunedì.

Secondo studi recenti, infatti  non sarebbero le ore serali le più critiche ma le prime ore del mattino (all’incirca dalle sei alle 12)durante le quali, il nostro corpo sarebbe sottoposto ad un rischio più grave e più alto.

Il lunedì è infatti il giorno peggiore, in special modo in inverno: la probabilità di un infarto all’inizio della settimana è di circa il 13 per cento più alta rispetto agli altri giorni della settimana, e di nuovo gli infarti del lunedì sono spesso più gravi.

Ovviamente tutto questo deve essere messo in relazioni con fattori di rischio come il fumo, ipertensione, colesterolo alto e sovrappeso.

Un buon motivo per guardare al lunedì con nuovi occhi e più calma non credete?