Crea sito

arte creativa

Le pale dei fichi d’india diventano gioielli

pale-gioielliiQuando la creatività si fa arte. Un’artista trasforma le pale dei fichi d’india in gioielli.

La creatività può essere la base di ogni forma d’arte. Anzi l’arte vive di creatività.

Ci sono per questo, stili diversi in ogni campo, e utilizzi tra i più disparati.

Eppure, oggi vi parlerò di una sua forma, che ricicla delle piante che d’acchito, sarebbero inutilizzabili.

Scopriremo come un’artista trasforma le pale dei fichi d’india in gioielli.

Graziana realizza gioielli unici e particolari, con materiale organico offerto dalla Natura.

In realtà la sua arte aveva già attinto a questa fonte: alle pale di fico d’india. 

Di fatti l’artista ci racconta”Mi occupo di pittura e utilizzavo la foglia secca della Pala di Fichi d’India per creare delle mascherine da applicare alle superfici e tirarne fuori delle tessiture per i miei lavori artistici”

Da qui l’idea di utilizzare questo materiale per qualcosa di più prezioso.

Per salvaguardare l’ambiente e riciclare con classe, l’artista siciliana ha pensato di utilizzare gli stessi pezzi colorati per realizzare dei bijoux da proporre al pubblico.

Gioielli davvero originali con un tocco di esotico e di poetico.

Ma scopriamo come si realizzano.

Si parte facendo essiccare la pala  di fichi d’India. Questa con il tempo perde il liquido essendo parte di  una pianta essenzialmente grassa. Rimane così la parte fibrosa di cui viene scelto il pezzo resistente e più legnoso.

Una volta scelta la parte migliore per la realizzazione del futuro bijoux

si ripulisce dal residuo di terra e dipinto. Poi si crea la forma e con piccoli accessori si realizzano collane, orecchini o bracciali.

Che cosa ne pensate?

L’idea di riciclare un prodotto che ha un identità così forte, ha del lodevole.

I gioielli realizzati con questa tecnica sono veramente belli.

Staremo a vedere se prenderanno piede ed entreranno a far parte della moda futura.

fonte (www.grenme.it)

 

Arte creativa: “Guerre stellari”… con materiali d’ufficio

arte creativa graffetteCi sono infiniti modi di fare arte e molteplici strade che portano ad eccellenti risultati.

Quando l‘estro e la genialità dell’artista realizzano le proprie potenzialità ci si può aspettare di tutto e non sempre  nella forma classica.

Quindi non possiamo intendere pannelli artistici, solo quelli realizzati su tela e con pennelli.

In quest’epoca più che mai dove le tecnologie e l’arte corrono di pari passo, la creatività e la passione si fondono in diversi stili e materiali.

A volte nei materiali più semplici e in quelli che non ti aspetteresti mai.

Come quelli  utilizzati da James Haggerty che  ha trovato la sua ispirazione in materiale da ufficio!

Cosa potrebbe essere usato per creare arte tra i materiali d’ufficio?

Ma si le graffette! Come non averci pensato prima?

Questo artista utilizza le graffette come fossero tessere di mosaico per realizzare i suoi quadri.

Parte proprio come nella tecnica del mosaico con uno schizzo del progetto e del colore per poi appuntare su drappi di stoffa nera migliaia di graffe di tutti i colori.

Le graffette di diverso colore realizzano in questo modo e con questa tecnica sfumature di colore e soggetti davvero verosimili.

E quali sono i soggetti preferiti dell’autore?

I personaggi di “Guerre Stellari” una delle sue più grandi passioni.

Beh devo dire che la genialità e la creatività viaggiano su un di un bel binario unito a grande maestria e pazienza.

Che ne dite?

Vi piacciono i quadri di questo autore?

Li esporreste in casa vostra?